È vero o si tratta di una leggenda metropolitana? Si può allestire e far funzionare un acquario senza filtro? Leggete questo articolo e lo scoprirete…


In acquariofilia si fa un gran parlare di filtri: marca, modello, portata, volume filtrante, prezzi, ingombro, estetica…
Basta fare una ricerchina in Internet, per rendersi conto di quanti acquariofili definiscano il filtro come «il cuore dell’acquario»… E sappiamo bene che senza il cuore non si può vivere.
Eppure, l’acquariofilia nasce ben prima del filtro.

Ufficialmente, il primo filtro appare «solo» nel 1959.
Il primo acquario stabile, invece, risale al 1849: 110 anni prima, ad opera di Robert Warington, ovviamente senza filtro.

Acquario del XIX secolo
Acquario del XIX secolo, da «The Book of the Aquarium and Water Cabinet»

Era senza filtro anche l’acquario di Michele Lessona, zoologo italiano che ne descrisse in maniera strabiliante il funzionamento, nel 1864.

Acquario senza filtro di Michele Lessona
Acquario senza filtro di Michele Lessona

Nel 1949, Konrad Lorenz pubblicò L’Anello di Re Salomone, nel quale descrisse i suoi acquari… senza filtro.

Copertina del libro di Konrad Lorenz «L'anello di re Salomone»

Qualcuno potrebbe dire: – Ma dopo l’invenzione del filtro, nessuno ne ha più fatto a meno… Nemmeno per idea!

Diana Walstad, una autrice molto letta dagli utenti di Acquarioflia Facile, nel 1999 pubblicò un libro intitolato «Ecology of the planted aquarium», nel quale parla di acquari senza filtro e addirittura li consiglia!

Copertina del libro di Diana Walstad «Ecology of the planted aquarium»

Su questo stesso portale, potete trovare una traduzione in Italiano di quella parte del libro.
Dunque… Si può allestire un acquario «funzionante», ma senza filtro?
Evidentemente sì, ma… a certe condizioni.