L’acquario Ferplast Cayman 80 ha una discreta illuminazione per essere di serie: monta due neon T5 da 24W con un rapporto W/L di circa 0,5. Ma perché non complicarsi la vita?


Felice possessore di un Ferplast Cayman 80, per stare al passo coi tempi ho deciso di passare all’illuminazione a LED, in modo da risparmiare sulla bolletta e aumentare il parco luci.
Inoltre, ho sempre odiato le piante a stelo posteriori che, crescendo, si incurvano in avanti in cerca della luce (alloggiata in posizione centrale).

Ecco come ho realizzato il coperchio del mio acquario con strip LED e materiali di recupero.

Per chi ha una buona manualità, il lavoro è piuttosto semplice e il coperchio del nostro acquario si presta a un lavoro pulito ed esteticamente accettabile.

Materiali

Strip LED smd 2835 (IP65):

8x65cm 6000K
4x65cm grow
2x65cm verdi

Io ho usato queste, ma chiaramente potete scegliere quelle che più vi aggradano.

Barre di alluminio;

Cavo elettrico;

Alimentatore 12V (di potenza idonea ai LED che monteremo; io ho scelto un 100W);

Centralina TC-420;

Due ventoline da 40mm 12V. Se non le avete già, sceglietele a bassa portata: per noi andranno benissimo e saranno sicuramente più silenziose.

Realizzazione

Il coperchio del Ferplast Cayman 80 è costituito da due parti: una base e un coperchio vero e proprio avvitati insieme.
All’inizio ho lavorato solo sulla base; quindi ho tolto il coperchio e l’ho lasciato temporaneamente da parte.

Questa è la base originale, vista da sotto.
Conteneva due neon T5 da 24W, ai quali avevo aggiunto un neon T8 centrale da 15W:

Coperchio originale

Ho tagliato il centro della base, come si vede nella foto sottostante.
In questo modo ho creato lo spazio per inserire la struttura di alluminio che alloggerà i LED:

Coperchio tagliato

Sui lati ho aggiunto dei supporti per irrobustire la struttura.
Sono di spessore diverso, data la conformazione della base del coperchio (a destra c’è bisogno di qualche millimetro in più).
Fungeranno da base di appoggio per le barre dei LED:

Supporti sui lati

Poi ho montato le barre alle quali incolleremo i LED.
Io ho usato dei profili che avevo in casa, ma vanno bene anche di altro tipo.


Nota: sappiamo che i LED scaldano in proporzione alla loro potenza; e sappiamo quanto sia importante la dissipazione del calore prodotto per farli durare nel tempo.
Nel mio caso ho utilizzato delle strip smd 2835, non troppo potenti e con un dissipatore integrato; ho abbinato loro due piccole ventole (lo vedremo più avanti).
In questo modo mi sono assicurato un’ottima dispersione del calore senza ricorrere a grosse quantità di alluminio.


Le barre si possono bloccare con delle viti o con del silicone.

Base vista da sopra
La base vista da sopra
Base vista da sotto
La base vista da sotto

Per irrigidire ulteriormente il tutto ho aggiunto una squadretta nella parte centrale posteriore:

Squadretta

Ho tagliato le strip della lunghezza desiderata e, prima di incollarle, ho saldato i fili del cablaggio.
Mi sono orientato sulla comune trecciola telefonica, più che sufficiente ai nostri scopi: una coppia di fili per ogni strip LED, per una minore caduta di tensione ma, soprattutto, per avere più versatilità nei collegamenti ai 5 canali della mia TC-420.

Ho preparato anche dei fori sulle barre per far passare i fili nella zona superiore, in modo da tenerli ben fermi:

Fori per il passaggio dei fili

Armato di tanta pazienza, ho pulito per bene la base d’alluminio con dell’alcol; dopodiché ho incollato le strip LED sui loro supporti.

Nella parte anteriore ho aggiunto due piccole porzioni di strip per la famosa luce lunare notturna:

Strip per luce lunare

Ecco il cablaggio finito, visto da sopra:

Cablaggio finito


Nota: sotto il coperchio, nelle ore notturne, si forma una gran quantità di condensa; avendo a che fare con la corrente elettrica e parti che si ossidano facilmente, bisogna tenerne conto.

Per evitare problemi legati alla condensa avevo due possibilità:

A) Nella parte sottostante si può agevolmente unire una lastra di plexiglass e rendere il tutto stagno con del silicone. In questo caso si possono usare delle strip IP20 e non preoccuparsi delle saldature.

B) Usare delle strip IP65, IP67 o IP68 e tanto silicone.

Io ho optato per la seconda soluzione, anche per raffreddare meglio l’acquario nei mesi estivi.


Collegamenti

Ho reso stagni tutti i collegamenti:

Silicone sui fili

Ho siliconato anche i lati delle strip per evitare in tutti i modi possibili infiltrazioni che potrebbero ossidare la pista di rame sottostante:

Silicone ai lati delle strip led

Adesso mancano solo le ventoline.

Ho scelto di metterle nella parte anteriore, in estrazione, perché dietro al coperchio ho già due fori per l’ingresso dei tubi del mio filtro esterno; da lì entrerà l’aria aspirata.
In questo modo si creano due flussi d’aria che operano su gran parte della struttura per raffreddarla al meglio.

Ho forato la parte superiore del coperchio per un diametro equivalente a quello delle ventoline:

Fori per le ventole

Sulla base ho realizzato dei supporti inclinati per posizionare meglio le ventoline:

Supporti per le ventole

Supporti per le ventoleAll’interno del coperchio superiore ho messo una guarnizione per ottimizzare il flusso dell’aria:

Guarnizione

Prima di riassemblare le due parti del coperchio con le loro viti, ho collegato provvisoriamente l’alimentatore per testare singolarmente il funzionamento di tutti i componenti: le singole strip e le ventoline.
Di queste ultime è bene controllare anche che il senso di rotazione.

Il collaudo è riuscito perfettamente!
Ho quindi montato il tutto sull’acquario rimettendo le cerniere.

Coperchio rimontato sull'acquario

A questo punto non mi è restato altro che collegare e programmare la centralina TC-420.

Schema di collegamento TC-420
Schema di collegamento TC-420

Nota: se usiamo il quinto canale della centralina per il collegamento delle ventole, dobbiamo ricordarci di non utilizzare la funzione fade (che lavora in pwm), ma la modalità jump, in modo da attivare il 12V direttamente senza alcuna modulazione.


Questo è il risultato finale:

Risultato finale
Risultato finaleSe volete aggiungere dei LED al coperchio del vostro Ferplast Cayman 80, non avete che da rimboccarvi le maniche!

Nella speranza di essere stato utile, invito i gentili lettori ad iscriversi al forum Acquariofilia Facile.