Siete così pigri che non volete nemmeno fare il rabbocco dell’acqua dell’acquario? Oppure siete di quelli a cui piace ingegnarsi per trovare nuove soluzioni? In ogni caso, questo è l’articolo che fa per voi: il rabbocco automatico dell’acquario fai-da-te!


Trovo che gli acquari aperti abbiano fascino ed eleganza. Specialmente quelli con il livello dell’acqua che lambisce il bordo superiore della vasca, magari ornati da piante emerse che regalano un effetto scenico senza eguali.

Ovviamente non c’è rosa senza spine. E la spina degli acquari aperti è senza dubbio l’evaporazione dell’acqua.

È possibile mantenere il livello dell’acqua costante senza rabboccare quotidianamente?
Certo! Con un bel sistema di rabbocco automatico. Se poi è facile da realizzare e magari costa anche poco, perché non provarci?

Premetto che il progetto non è originale e che in rete se ne trovano di simili, più o meno complessi.

Vediamo rapidamente di cosa abbiamo bisogno:

  • un serbatoio che contenga l’acqua di rabbocco;
  • una pompa ad immersione da 12V;
  • un alimentatore da 12V;
  • un tubicino di gomma di un paio di metri;
  • due sensori di livello (di cui uno verticale);
  • circa 2 o 3 metri di cavi elettrici;
  • una fascetta da elettricista piccola;
  • nastro isolante o mammut.