Confrontando Cifo S5 e Sequestrene NK, notiamo che quest’ultimo ha una percentuale di ferro chelata maggiore; in particolare la percentuale chelata orto-orto è doppia rispetto a quella Cifo.

Riporto le caratteristiche di entrambi per facilitarne il confronto:

comparazione cifo s5 Sequestrene nk

In pratica, quindi, arrossa prima del Cifo S5.
Se, nonostante il maggior arrossamento, volessimo somministrare la stessa quantità del Cifo, avremmo in acquario: una parte maggiore di ferro fortemente chelato (orto-orto), praticamente la stessa quantità di ferro debolmente chelato (orto-para) e un sesto del ferro libero.

È meglio ricordarcene quando fertilizziamo; così come non dobbiamo dimenticare che, usando il Sequestrene, stiamo fornendo anche urea e potassio.

Preparazione

Prepariamo il nostro fertilizzante diluendo 10g di Sequestrene NK in mezzo litro di acqua demineralizzata. Se dosiamo 10 mL in un acquario da 100 litri, quantità che dovrebbe far raggiungere l’arrossamento, grazie al Calcolatore fertilizzanti notiamo che le concentrazioni aumentano in questo modo:

  • 0,1 mg/l di CH4N2O;
  • 0,2 mg/l di K;
  • 0,12 mg/l di Fe.

I valori di urea e potassio aggiunti sono trascurabili.

Se, tuttavia, nel vostro protocollo di fertilizzazione state usando altri prodotti che contengono urea, è bene tener presente anche le quantità aggiunte con il Sequestrene NK. Vi invito a chiedere supporto al forum in questo caso.

Avvertenza

Sulle note tecniche del Sequestrene NK è evidenziata l’incompatibilità con prodotti a base di rame. La miscelazione a cui si fa riferimento è:

  • per le applicazioni fogliari assieme a fitofarmaci contenenti rame usati in agricoltura contro malattie fungine;
  • oppure altri concimi fogliari che contengono rame, anche se questi hanno concentrazioni molto più basse rispetto ai fitofarmaci.

Il consiglio riportato nell’etichetta deriva dalla capacità del rame di legarsi meglio del ferro al chelante; potrebbe infatti accadere che il primo riesca a sostituirsi al ferro alla molecola chelante.

Vista la bassisima presenza di rame nei nostri acquari, possiamo ignorare questa avvertenza; a meno che non ne aggiungiamo come fertilizzante.