Quando si parla di ferro in acquario salta sempre fuori una parola: chelante. Ma cos’è un chelante, e qual è la sua funzione? In questo articolo ve lo spieghiamo con degli esempi.


Il chelante è un composto organico che circonda la molecola di metallo (nel nostro caso il ferro) come una tenaglia.

Si usa la parola «chelante» proprio perché l’azione di questi composti ricorda quella delle chele del granchio.

chelante da chela di granchio

Il chelante è utile per diversi motivi, che cercheremo di capire attraverso degli esempi.

Prestiamo attenzione a questa immagine:

Solubilità e assorbimento degli elementi nutritivi in relazione al pH del terreno
Solubilità e assorbimento degli elementi nutritivi in relazione al pH del terreno – Autore: Giancarlo Dessì – Fonte: Wikipedia – Licenza Creative Commons

Come possiamo osservare dallo schema qui sopra, ai livelli di pH dei nostri acquari (solitamente superiore a 6) l’assorbimento del ferro è difficoltoso: a quei valori, infatti, tende a formare dei composti insolubili che si depositano sul fondo. Qui, lentamente, sarà riassorbito per via radicale dalle piante, ma con gran difficoltà.

A questo punto entrano in gioco i chelanti.